Grazie Enrico!

Enrico Letta

Grazie Enrico,

hai svolto un ottimo lavoro in una situazione terribile! E lo hai fatto con coraggio e umiltà. Ora da persona responsabile e matura quale sei aiuta Matteo Renzi a fare il resto. Non cedere alla tentazione di ostacolarlo. Il Pd è nato per essere sinistra di governo, il sogno di generazioni intere di italiani progressisti. Dimostriamo di esserne all’altezza con leggi e provvedimenti giusti, e lasciamo agli altri il disfattismo e la demagogia! 

Nonostante infatti Enrico Letta si sia ritrovato a presiedere un Governo formato per metà da avversari politici, nonostante abbia operato in quello che può essere considerato un ”Commissariamento da parte della Germania e dei Paesi creditori dell’Unione Europea”, il Suo Governo di emergenza nato in una situazione eccezionale è riuscito a fare tutte queste cose:

 

—-

EUROPA

L’Europa è l’orizzonte del governo italiano.

Fine della procedura di infrazione per l’Italia avviata nel 2009
Italia tra i Paesi costruttori degli Stati Uniti d’Europa
Riallineamento dell’agenda italiana con quella europea
Sforzo comune per contrastare la disoccupazione dei giovani
3 luglio > L’Europa riconosce all’Italia maggiore flessibilità per i prossimi bilanci: investimenti produttivi restano fuori dal patto di stabilità > 

RIFORMA DELLA POLITICA

Se la politica non si autoriforma, la politica muore.

3 maggio > Circolare di Palazzo Chigi ai ministri competenti per ridurre le spese delle feste delle singole Forze Armate etc.
17 maggio > Cancellazione dell’indennità aggiuntiva che spetta per la carica di ministro ai membri del governo. Un taglio per premier, ministri, viceministri e sottosegretari > Approfondimento
31 maggio > Disegno di legge per l’abolizione del finanziamento pubblico e per regolamentare la contribuzione volontaria ai partiti
6 giugno > Circolare per ridurre e regolamentare i voli di Stato per i membri del Governo
Trasparenza > Invito a pubblicare la propria situazione patrimoniale per ministri, viceministri e sottosegretari
Rilancio dell’azione per monitorare l’attuazione dei provvedimenti legislativi e amministrativi
21 agosto > Ulteriore riduzione delle auto blu e voli di Stato >
26 agosto > Bloccato l’acquisto di auto blu fino al 31 dicembre 2015, ridotte le spese per le consulenze e razionalizzate le assunzioni e la mobilità volontaria all’interno delle pubbliche amministrazioni >

RIFORMA DELLE ISTITUZIONI

Uno Stato autorevole e più efficiente, istituzioni moderne e più vicine ai cittadini.

4 giugno > Istituita la commissione di esperti per la revisione di alcuni titoli della Costituzione
6 giugno > Disegno di legge costituzionale per la revisione dei Titoli I, II, II e V della Costituzione
5 luglio > Abolite le province con disegno costituzionale
8 luglio > Avviata la piattaforma di consultazione pubblica “Partecipa!” per coinvolgere i cittadini nella riforma della Costituzione
Pubblica Amministrazione > Razionalizzazione, meno precariato e sprechi >

LAVORO

L’occupazione come priorità.

17 maggio > Rifinanziamento della Cassa Integrazione con 1 miliardo di euro >
4 giugno > Soluzione urgente con il cosiddetto decreto Ilva
Decreto del Fare > Dallo sblocco dei cantieri per le infrastrutture alle semplificazioni, dal rifinanziamento dei contratti di sviluppo alla riforma della giustizia civile, fino alle iniziative per attrarre gli investimenti delle imprese estere in Italia: tutti provvedimenti che, come un grimaldello, possono concorrere a sbloccare il Paese, supportando i primi segnali di ripresa e, dunque, ingenerando occupazione. >
26 giugno > “Pacchetto Lavoro” per creare occupazione, soprattutto a tempo indeterminato e per i giovani >
Creazione di 200 mila assunzioni di giovani in 18 mesi >
13.700 posti di lavoro grazie agli incentivi fiscali per l’edilizia >
28 agosto > Rifinanziata con mezzo miliardo di euro la cassa integrazione. Ad agosto 2013 il governo ha messo oltre 3 miliardi sul lavoro >
28 agosto > Quarto intervento (dopo i 3 di Monti) per sistemare la vicenda esodati;
Dicembre 2013 > con la legge di Stabilità il governo ha previsto il taglio del cuneo discale di 3.3 miliardi nel prossimo triennio a favore delle imprese

CASA

Casa ed edilizia settori trainanti del Paese e quindi fondamentali per la ripresa.

17 maggio > Sospensione del pagamento della prima rata dell’IMU >
Impignorabilità della prima casa >
31 maggio > Decreo Eco-bonus con l’aumento e la proroga degli incentivi fiscali per le ristrutturazioni e detrazioni per il miglioramento dell’efficienza energetica
Aggiunta di incentivi fiscali per l’acquisto di mobili
Aggiunta di incentivi fiscali per l’acquisto di elettrodomestici >
Aggiunta di detrazioni per l’adozione di misure antisismiche
28 agosto > Eliminazione della prima rata IMU sulla prima casa, sugli immobili invenduti, per l’agricoltura, sulle case popolari e cooperative a proprietà indivisa >
28 agosto > Aiutare concretamente chi affitta con cedolare secca ridotta al 15%
28 agosto > “Piano Casa” con provvedimenti per 4.5 miliardi a sostegno del mercato, di chi è in difficoltà con i mutui e dei giovani >
27 novembre > Eliminazione della seconda rata IMU sulla prima casa, sugli immobili invenduti, per l’agricoltura, sulle case popolari e cooperative a proprietà indivisa

IMPRESA e SVILUPPO

Misure di accesso al Fondo Centrale di Garanzia per coinvolgere molte più imprese
Nuova legge Sabatini per finanziare con 5 miliardi di euro a tasso agevolato le PMI che fanno investimenti produttivi
6 giugno > Accordo Italia Francia per la realizzazione della linea ferroviaria alta velocità Torino Lione (TAV) >
Anticipazione dei fondi per le opere di riqualificazione legate alla Tav Torino Lione >
15 giugno > Piano per le infrastrutture con investimenti di oltre 3 miliardi di euro per grandi, medie e piccole opere
19 giugno > Disegno di legge per le semplificazioni e le sburocratizzazioni >
Semplificazioni per l’edilizia e il recupero del territorio >
Stop all’uso obbligato del fax negli uffici pubblici
Investimento di 100 milioni di euro nell’edilizia scolastica
Programma “6.000 campanili” per finanziare 200 interventi nei comuni sotto i 5 mila abitanti con 100 milioni di euro >
Rilancio dei porti e sostegno alla nautica >
22 luglio > Avvio del pagamento di 30 miliardi di debiti della Pubblica Amministrazione alle imprese italiane
26 luglio > Avviata l’Autorità dei Trasporti per la regolamentazione e la garanzia di concorrenza nel settore >
28 luglio > Pagamento di altri 10 miliardi di debiti della Pubblica Amministrazione alle imprese italiane

FISCO E TASSE

26 giugno > Stop all’aumento Iva (dal 21 al 22%) rimandandolo, momentaneamente, dal 1 luglio al 1 ottobre 2013 >
Taglio delle accise sul gasolio dal 1° agosto (Decreto del Fare)
Revisione dei poteri di Equitalia (Decreto del Fare) e impignorabilità della prima casa >
Sconto sulle multe stradali: ci paga entro 5 giorni ha diritto al 30% in meno >
Eliminata l’Imu 2013 sulla prima casa, sugli immboli invenduti, per l’agricoltura, sulle case popolari e cooperative a proprietà indivisa >
Ridotta al 15% la cedolare secca sulle locazioni. Un aiuto concreto a chi affitta

ISTRUZIONE, RICERCA e INNOVAZIONE

100 milioni l’anno per l’edilizia scolastica (Decreto del Fare)
Università > Turnover per 2014 elevato (dal 20 al 50%) liberano 1.500 posti ordinari e 1.500 nuovi ricercatori
Istituite Borse di Mobilità
Piano per il merito e la mobilità dal 2014
Decreto “Valore Cultura“
Decreto del Fare > Sostegno del merito degli studenti e provvedimenti per università e ricerca >
Agenda Digitale
Wi-fi libera come in Europa >
Tanti provvedimenti per studenti, famiglie, docenti, ricerca… >

GIUSTIZIA

15 giugno > Decreto del Fare con misure per diminuire i procedimenti giudiziari in entrata attraverso la mediazione obbligatoria
Decreto legge per contrastare il sovraffollamento delle carceri

—- 

Mi rendo perfettamente conto che, vista la situazione di emergenza sociale, si vorrebbero provvedimenti drastici e immediati; ma questi, anche quando sono possibili, hanno comunque bisogno di un minimo di tempo per dispiegare i propri effetti positivi perchè vanno ad agire su situazioni che si sono complicate e contorte negli anni, nella nostra indifferenza generale o, peggio, mentre noi ridevamo delle battute di Berlusconi e ci perdevamo a commentare le Sue uscite populiste e provocatorie e i Suoi fatti privati. Personalmente spero che Renzi faccia le tantissime e urgenti cose ancora da fare, ma la direzione intrapresa dal Partito Democratico è quella giusta. Bisogna solo cambiare marcia! 

Condividi articolo

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *