Il documento delle Associazioni professionali agricole della provincia di Cosenza sul mega impianto di rifiuti a Bisignano

agricoltura

L’AGRICOLTURA E IL TERRITORIO SONO RISORSE DA TUTELARE 

Le organizzazioni professionali della provincia di Cosenza – COLDIRETTI, CIA, UNIONE AGRICOLTORI, CNA – esprimono forti preoccupazioni in merito al progetto di realizzazione della Piattaforma Tecnologica per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani, al servizio della macro area Calabria Nord, previsto nel territorio del Comune di Bisignano, a seguito della convenzione stipulata con la Regione Calabria, Dipartimento Politiche dell’Ambiente. Al tempo stesso, le associazioni provinciali tengono a precisare che non esiste, da parte loro, alcuna preclusione in merito  ad una soluzione che sia razionale, alternativa ed efficace dell’annoso problema dello smaltimento dei rifiuti. Problema che interessa sia i cittadini che le aziende del territorio e che, dunque, merita una maggiore condivisione e soprattutto un maggior coinvolgimento degli attori che vivono e lavorano nel territorio stesso. 

Allo stato attuale non sussistono le condizioni per realizzare un progetto simile, e pertanto si chiede all’Amministrazione comunale di Bisignano di compiere un passo indietro, allo scopo di ottenere tutte le informazioni necessarie a poter valutare, con dati alla mano, l’impatto reale che un’opera di tale portata possa avere sulla zona interessata, dal momento che attualmente non è stato compiuto alcuno studio preliminare, teso proprio a stimare l’incidenza e la sostenibilità dell’opera. 

Le associazioni professionali, quindi, ribadiscono la ferma volontà di non avallare questa iniziativa e di proporre invece un metodo differente, basato sul confronto e sulla condivisione di un progetto che sia inclusivo e che tenga in debita considerazione le esigenze dei cittadini e delle aziende presenti sul territorio. 

COSENZA Lì, 20/12/2013 

LE ASSOCIAZIONI 

COLDIRETTI COSENZA 

CIA COSENZA 

UNIONE AGRICOLTORI COSENZA 

CNA COSENZA 

coldiretticiaconfagricolturaCNA

 

Condividi articolo

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *