Incontro con l’Assessore Regionale allo Sviluppo Economico per rilancio zona industriale di Bisignano

IoInRegione
Avevo chiesto e ottenuto un appuntamento con il nuovo Assessore Regionale allo Sviluppo Economico della Regione Calabria, dott.ssa Carmen Barbalace.
Così, la mattina del 27 aprile 2016, insieme ad altre due persone di Bisignano, ho incontrato l’Assessore nel Suo studio presso la Cittadella regionale a Catanzaro. Al tavolo insieme a Lei, un Suo collaboratore. Abbiamo parlato a lungo della zona industriale di Bisignano, delle condizioni pessime in cui versa attualmente ma anche e soprattutto delle potenzialità che ha nel poter divenire un importante e strategico distretto agro-alimentare per tutta l’area circostante.
Abbiamo fatto così presente alla dott.ssa Barbalace il mancato funzionamento da anni del depuratore li presente che, se rimesso in funzione, darebbe servizio alle imprese e a tutta la cittadinanza intorno alla zona industriale, per via della convenzione tra l’Asi di Cosenza e il Comune di Bisignano, firmata nei primi anni 2000, per l’utilizzo comune dell’impianto.
L’Assessore ci ha riferito di aver già fissato un appuntamento a breve con il Direttore dell’Asi di Cosenza, e che riserverà l’opportuna attenzione alla zona industriale di Bisignano, sia con i finanziamenti previsti dal Quadro Territoriale Regionale Paesaggistico della Regione Calabria adottato dal Consiglio Regionale con D.C.R. n. 300 del 22 Aprile 2013, che con i finanziamenti previsti dal ”Patto con la Calabria” firmato tra il Governo nazionale e la Regione Calabria per il rilancio economico della regione.
L’incontro è stato dunque molto positivo perché l’Assessore ha confermato le serie intenzioni di questo Governo regionale di puntare sullo sviluppo economico della Calabria.

La visita alla Cittadella regionale è proseguita fino al pomeriggio, in quanto alle 15:00 è stato presentato dal Governatore Mario Oliverio il POR (programma operativo regionale) 2014/2020 davanti a una folta platea di partecipanti.

Condividi articolo

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *