Interrogazione consiliare n. 14: Banda Musicale ”Città di Bisignano”

Al SIG. SINDACO
All’ASSESSORE ALLA CULTURA
E.P.C. al PRESIDENTE del CONSIGLIO COMUNALE
CITTA’ di BISIGNANO

OGGETTO: INTERROGAZIONE SCRITTA A RISPOSTA SCRITTA SU QUESTIONE ASSOCIAZIONE BANDA MUSICALE CITTA’ DI BISIGNANO

I sottoscritti consiglieri comunali Francesco Lo Giudice e Roberto Cairo, appartenenti al gruppo consiliare Alleanza Democratica

– Considerato che l’Associazione Banda Musicale “Città di Bisignano” costituita attualmente da oltre venti componenti, opera sul territorio comunale dal 1994 garantendo corsi gratuiti di musica, mantenendo quella che è una tradizione che in altri paesi sta andando scomparendo;
– Considerato che la Sua attività è finalizzata da un lato al recupero ed alla valorizzazione delle tradizioni popolari, così come richiama l’Art. 2 della Legge Regionale 16/85, e dall’altro lato alla diffusione della cultura musicale, non solo tra i giovani ma tra tutti coloro che amano la musica, svolgendo una indubbia funzione educativa e culturale;
– Tenuto conto che ovunque si sia esibita, sia nelle città della Calabria che in quelle di altre Regioni, come Assisi, Matera, Potenza, Bari, Siena, ecc. (fino a Bruxelles in Belgio), la Banda Musicale “Città di Bisignano” è stata accolta con calore suscitando approvazione ed entusiasmo per la qualità delle proprie esecuzioni e del proprio repertorio musicale, portando onore alla nostra Città;
– Considerato che le Bande Musicali di alcune Città del comprensorio ricevono dalle rispettive Amministrazioni comunali sostegno finanziario, sede gratuita ed incentivi occasionali (vedi Lattarico, Acri, Vaccarizzo Albanese, etc.);
– Tenuto conto che la stessa Associazione, dal 2007, si è vista attribuire più volte sedi in stato di degrado, ristrutturate a proprie spese, di cui è stata più volte privata senza adeguato preavviso e adeguata nuova sistemazione;
– Considerato che nell’ultima sede vi erano problemi di infiltrazioni d’acqua, più volte denunciati a questa Amministrazione e mai risolti.
– Tenuto presente altresì che vi è un protocollo d’intesa fra la Banda Musicale “Città di Bisignano”, l’Ente Comune e la Direzione didattica, ripetutamente disatteso dall’Ente Comune, a danno della Associazione;
– Tenuto conto che è dal 24 agosto c.a. che l’Associazione non può più esercitare le proprie attività in quanto sfrattata con una lettera da codesto Ente per ‘’lavori di manutenzione all’edificio’’ ad oggi non ancora effettuati;
– dal momento che il Consiglio Comunale non è stato portato a conoscenza dello sfratto effettuato ai danni della Banda Musicale “Città di Bisignano” e del degrado in cui verte la struttura, nonostante siano stati protocollati innumerevoli solleciti di intervento, fatti dalla stessa Associazione, dal 2008 ad oggi.

INTERROGANO LE SS. VV.

per sapere il perché non sia stata disposta, nel provvedimento di sfratto, una nuova dimora all’Associazione in questione tale da permetterle di avere spazi per poter continuare a lavorare, crescere ed operare sul nostro territorio. Chiedono altresì di sapere entro quale data la stessa potrà godere nuovamente di una sede idonea alla preziosa attività musicale e culturale che svolge a beneficio di tutta la collettività bisignanese e non solo.

Bisignano, 01 gennaio 2013

Francesco Lo Giudice _____________________________
Roberto Cairo____________________________

Condividi articolo

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *