Interrogazione consiliare n. 51: stadio comunale

Al Sig. Sindaco

All’Assessore allo Sport

Città di Bisignano

 

Oggetto: interrogazione scritta a risposta scritta su Stadio Comunale ” F. Attico” Città di Bisignano

Premessa

Lo sport è un’attività di fondamentale importanza per la crescita e la socializzazione di un individuo, soprattutto dei più giovani, in quanto svolge contemporaneamente diverse funzioni formative:

lo sport si fonda infatti sull’esercizio, sulla disciplina, sulla competizione e sull’osservanza di regole condivise. Così facendo accresce nell’individuo la consapevolezza delle proprie potenzialità, educa al rispetto delle regole, al rispetto dell’avversario, al confronto e diseduca al conflitto.

Accresce inoltre nell’individuo lo spirito al sacrificio, alla realizzazione e al miglioramento di sé: insegna agli individui che i risultati più importanti nella vita si ottengono con il duro lavoro, con la tendenza all’abnegazione, alla tenacia, attraverso un continuo e costante esercizio, con un progressivo e duro allenamento, con la continua elaborazione di strategie e tattiche.

Lo sport è, quindi, palestra di progresso mentale, fisico e ginnico. Anche perché allena a reagire continuamente ai propri errori, a risollevarsi sempre dai propri fallimenti, dunque tempra lo spirito e l’animo e li irrobustisce.

Inoltre lo sport, svolgendosi con altre persone, educa alla solidarietà e alla socializzazione. La famosa espressione ‘’gioco di squadra’’ è infatti mutuata dallo sport! Per questo motivo gli individui che praticano uno sport hanno solitamente una naturale propensione all’amicizia e alla condivisione.

Lo sport educa infine alla coscienza alimentare e salutistica. Se non fosse per lo sport (essendo venuto meno l’obbligo della leva militare) i giovani non sarebbero sottoposti a visite di controllo della salute. Lo sport induce invece il soggetto a monitorare costantemente la propria salute e a regimentare regolarmente la propria alimentazione, con indubitabili benefici per la qualità della vita.

Premesso ciò, si considera che:

all’interno dello Stadio Comunale operano attivamente ben 5 società sportive, tra cui:
una Scuola Calcio con circa 60 ragazzi,
una squadra ufficiale del Bisignano calcio,
tre squadre ‘over 30’ anni,

per un totale di oltre 150 sportivi di diversa età, che frequentano la struttura per tutti i giorni della settimana.

A questi si devono aggiungere gli sportivi, e loro tifosi e familiari, che vengono a giocare con le nostre squadre.

Nonostante ciò però si prende atto che:

lo Stadio Comunale si presenta in pessime condizioni strutturali e funzionali, in quanto

quasi tutta la struttura è rimasta pressoché identica a quella costruita decenni fa;

nessuna o poche innovazioni sono state apportate agli spalti, ancora oggi senza copertura, privi di bagni per i tifosi e inaccessibili alle persone disabili;

la rete che  separa gli spalti dal campo è arrugginita, fatiscente e pericolosa in quanto presenta pezzi di ferro sporgenti e acuminati, sia da parte del pubblico, che da parte dei giocatori;

gli spogliatoi versano in condizioni inaccettabili, in quanto gli arredi interni sono rotti e fatiscenti. Alcuni specchi sono rotti, le panchine usurate e in alcuni angoli scheggiate, le docce usurate, le mattonelle consumate e scheggiate. Lo scaldabagno elettrico malfunzionante, che induce spesso tifosi di casa e ospiti a fare docce fredde. Fili della corrente tranciati e lasciati penzolare nei locali. Muffa e umidità sulle pareti e sul soffitto. Finestre con vetri opacizzati dal tempo, porte di legno sfondate in alcuni punti;

il campo inoltre è spesso circondato da erba alta e alcuni tombini a bordo campo sono coperti con coperchi improvvisati e dunque pericolosi;

i lampioni agli angoli del campo risultano inadeguati a illuminare opportunamente il rettangolo di gioco la sera;
tutto quanto premesso e considerato, i sottoscritti Consiglieri Comunali del Gruppo Alleanza Democratica,

interrogano le SS.VV

per sapere se e in quali tempi sono previsti interventi di ristrutturazione e rilancio della struttura sportiva per tutelare e valorizzare quanti, quotidianamente e con non pochi sacrifici, vi operano con passione.

I sottoscritti Consiglieri colgono l’occasione per invitare le SS.VV.

a partecipare ai diversi finanziamenti esistenti, sia a livello nazionale che europeo, per la ristrutturazione e il rilancio degli impianti sportivi.

Ad esempio, la nuova programmazione europea 2014-2020 prevede, da parte dell’Unione Europea, l’istituzione, per la prima volta, di un programma di finanziamento specifico per i progetti dedicati allo sport. Con il programma Erasmus+ è stata infatti definita una linea di intervento su misura per il finanziamento dello sport.

In Italia, solo nel 2015, con l’obiettivo di favorire una progressiva crescita del profilo infrastrutturale dell’impiantistica sportiva, l’Istituto per il Credito Sportivo ha presentato due nuovi programmi per il finanziamento e il sostegno degli investimenti negli impianti sportivi con uno stanziamento complessivo di circa 200 milioni di euro.

Bandi di finanziamento che sono rivolti a tutti i soggetti che vogliono costruire, ampliare, ammodernare, attrezzare, ristrutturare e/o acquistare impianti sportivi, tra cui enti pubblici territoriali e altre amministrazioni pubbliche.

Considerato tutto quanto sopra e in attesa di una adeguata risposta, i sottoscritti Consiglieri porgono distinti saluti.

 

Bisignano, 11 luglio 2016

                                                                                                                      Francesco Lo Giudice

                                                                                                                                 Roberto Cairo

Condividi articolo

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *