Interrogazione consiliare n. 36: discarica abusiva in c/da Mortara

Al SIG. SINDACO 

Città di Bisignano 

20141120_133630 20141120_133446 20141120_133409 20141120_133337 20141120_133318 20141120_133312

Oggetto: presenza di discarica abusiva e aperta in c/da Mortara, tra i rioni Piano e San Francesco. 

I sottoscritti Consiglieri comunali Francesco Lo Giudice e Roberto Cairo, appartenenti al Gruppo Consiliare ”Alleanza Democratica”,

considerato che

– nella vallata a ridosso della rotatoria sita a confine tra i rioni Piano e San Francesco esista, a fianco la statua dedicata a San Francesco, una evidente e grossa discarica abusiva dei rifiuti;

– tale discarica è oggetto del conferimento illegale e illecito di rifiuti di edilizia, inerti e materiale vario, rifiuti pericolosi quali batterie contenenti acidi, oggetti di materiale inquinante,  plastiche e amianti vari, oggetti metallici ingombranti e inquinanti;

– tali tipi di discariche producono percolato dannoso che si infiltra nel terreno e nelle falde acquifere provocando irreparabili danni alla salute delle persone, degli animali e della vegetazione;

– tale discarica ha comportato l’avanzamento del confine terreno del margine della scarpata di qualche metro e che la staccionata in legno che delimita il confine della strada e l’inizio della scarpata è visibilmente divelta e danneggiata proprio al fine di permettere il conferimento di rifiuti con mezzi meccanici;

INTERROGANO LA S.V.

per sapere se sia a conoscenza di questa discarica abusiva e quale provvedimento urgente abbia formulato con gli uffici preposti al fine di bonificarla e ripristinare la salubrità dell’area. 

Nel caso la S.V. non provveda a far mettere sotto sequestro la discarica, a farla bonificare e a ripristinare la staccionata, i sottoscritti Consiglieri si vedranno costretti a interessare le Autorità competenti al fine di tutelare persone e ambiente della nostra Città. 

Bisignano, lì 22.12.2014

I CONSIGLIERI COMUNALI 

Francesco Lo Giudice   Roberto Cairo 

 

Condividi articolo

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *