Visite: 850

Indignati e delusi dal comportamento della Maggioranza che non ha convocato un Consiglio comunale aperto sulla piattaforma rifiuti come da Noi Consiglieri di opposizione richiesto in data 27 gennaio, stamane ho protocollato a nome di tutta l’opposizione consiliare il seguente documento: 

Consiglio4 

Al Sig. PRESIDENTE del CONSIGLIO COMUNALE
al Sig. SINDACO
CITTA’ di BISIGNANO

e. p.c. a Sua Ecc.za Sig. PREFETTO
COSENZA

OGGETTO: Sollecito convocazione Consiglio comunale come richiesto con prot. n. 1559 del 27 gennaio 2014

I sottoscritti Consiglieri comunali di opposizione sollecitano le SS.VV. nel convocare il Consiglio comunale richiesto dai sottoscritti in data 27 gennaio 2014 con prot. n. 1559 ai sensi dell’art. 39 comma 2 e 5 del Testo Unico delle Leggi sull’Ordinamento degli Enti Locali, D.Lgs 267/2000, nonché ai sensi dell’art. 33 comma 2 e art. 34 comma 4 dello Statuto comunale della nostra Città.
Ciò al fine di affrontare ulteriormente e approfondire le procedure politiche, amministrative e tecniche volte alla realizzazione di una piattaforma tecnologica di raccolta e selezione dei rifiuti, considerando l’importanza del procedimento e le relative partecipate manifestazioni di protesta.
Dal momento che sono già ampiamente trascorsi i venti (20) giorni prescritti dalla citata vigente normativa sulla convocazione dei Consigli comunali, i sottoscritti

chiedono

di provvedere a tale obbligo di legge entro le prossime ventiquattro ore. Contestualmente chiedono a S. E. il Prefetto di intervenire affinché venga rispettata la normativa e il diritto dei Consiglieri di convocare il Consiglio Comunale.
In caso contrario i sottoscritti Consiglieri comunali si vedono costretti a far valere i propri diritti ricorrendo alle autorità competenti.

 

Distinti saluti
Bisignano, lì 09 marzo 2014

Francesco Lo Giudice Francesco Fucile Roberto Cairo Sandro Vilardi Lucantonio Nicoletti Andrea Algieri

Condividi articolo