Il commento di Gianni Pittella alla mia lettera a Matteo Renzi

Ho mandato per conoscenza al Presidente dei parlamentari Socialisti e Democratici europei Gianni Pittella, di cui seguo l’attività politica, la lettera che ho scritto al Presidente del Consiglio dei Ministri Matteo Renzi, dicendogli di scommettere sul progresso dell’Italia meridionale per risollevare le sorti del Paese intero. 
Oggi mi è pervenuta l’email di Pittella, che riporto integralmente di seguito: 

—————————-

 PittellaS&D

 

da PITTELLA Gianni <gianni.pittella@europarl.itropa.it>
data giovedì 18 dicembre 2014 – 16:08
A: ‘Francesco Lo Giudice’ <info@francescologiudice.it>
oggetto

RE: Lettera a Matteo Renzi

Caro Francesco,

ho letto la tua lettera indirizzata al nostro premier, e volevo complimentarmi con te, per l’intraprendenza, la passione e l’entusiasmo che traspare dalle tue parole.

L’analisi delle tue osservazioni, trova indubbiamente fondamento dallo stato  in cui le Regioni del Sud d’Italia sono state gestite dalla politica degli ultimi decenni, nonché dai modelli storici che le hanno dominate nei secoli.

Mi trovi d’accordo sull’importanza e sulla scelta prioritaria di ripartire dal Sud e dal mezzogiorno, per continuare sulla scia delle riforme che il nostro Governo sta attuando in questo periodo.

 Da sempre il Sud del nostro bel Paese si è caratterizzato per la presenza di uomini e donne brillanti, fantasiosi, che hanno esportato nel mondo quella creatività tipica solo di chi ha esperito le difficoltà di un territorio per troppo tempo lasciato a se stesso.

Come Socialisti e Democratici, ci battiamo per un nuovo ruolo del Mezzogiorno nelle politiche europee, fortemente convinti delle straordinarie ricchezze naturali e di capitale umano.

Il mio auspicio è che le menti dei nostri giovani, siano essi studenti, ricercatori, artigiani o imprenditori, possano trovare terreno fertile anche all’interno dei propri luoghi di origine, per fare del Sud la spinta propulsiva al rilancio dell’economia della nostra nazione, puntando anche  sullo straordinario patrimonio architettonico, naturalistico e culinario che possiede, ma, soprattutto, sul carisma e sulla voglia di riscatto della gente del Sud.

 

Un caro saluto

Gianni

———————————-

All’indirizzo che segue la lettera che ho scritto al Presidente del Consiglio 
http://www.francescologiudice.it/?p=3550

Condividi articolo

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *